Sei pensieri sulla nuova stagione NFL, in attesa della prima giornata

Mac Jones, Bills e 49ers, NFC East, nuovi numeri, gente che ci mancherà

Di Claudio, 07/09/2021
Sei pensieri sulla nuova stagione NFL, in attesa della prima giornataIl campionato NFL sta per iniziare: giovedì 9 settembre i Cowboys giocheranno a Tampa Bay contro i Buccaneers vincitori del 55esimo Super Bowl. Le discussioni sui giocatori che vogliono cambiare squadra (Aaron Rodgers, Russell Wilson, Deshaun Watson), sul draft, sui QB presi nel primo giro e su chi è stato preso al 199esimo posto, su infortuni, problemi legali, problemi caratteriali dei giocatori stanno per lasciare il posto alle discussioni sulle partite. Alcune cose che mi sono venute in mente:

1) Mac Jones fa paura. Non per le sue statistiche nella preseason, o per il fatto che ha già rimpiazzato Cam Newton come QB titolare dei Patriots. Fa paura perché ricorda il Tom Brady degli inizi: autocontrollo sotto pressione, padronanza degli schemi di Bill Belichick, rispetto del mantra della NFL: esecuzione, esecuzione, esecuzione. Se Belichick e Brady vengono di solito considerati gli artefici dei 6 Super Bowl vinti (e negli altri campionati più o meno dominati) dai New England Patriots tra il 2001 e il 2019: un generale e il suo comandante sul campo, oppure un amministratore delegato e il suo direttore operativo. E Mac Jones (Michael McCorkle "Mac" Jones, per usare il suo nome completo) ha alcune cose in comune con Tom Brady: non è uno degli atletici QB dell’ultima generazione (come Trey Lance e Justin Fields, e prima ancora Colin Kaepernick, Cam Newton e RGIII), capace di accumulare yards con la corsa. È invece un lanciatore accurato che - sembra - è capace di gestire la squadra anche sotto pressione. Come Brady. E sembra che siano simili anche l’etica lavorativa e la competitività. A chi pensa "nessuno sarà mai come Brady" vorrei ricordare che, a suo tempo, dicevamo le stesse cose di Joe Montana. O di Magic Johnson. O di Pietro Mennea. (Ho scelto tre nomi non a caso: sono campioni che adoro ma che hanno preceduto campioni ancora più memorabili.)

2) I San Francisco 49ers inizieranno il campionato con Jimmy Garoppolo, ma è prevedibile che Trey Lance lo rimpiazzerà non appena sarà fisicamente pronto (si è infortunato ad un dito) e non appena Jimmy G avrà problemi a perforare una difesa avversaria. L'allenatore Kyle Shanahan è considerato il profeta del nuovo verbo, l’attacco incentrato sulla wide zone run (o outside zone run) copiato da tante altre squadre. A Shanahan basterebbe avere a disposizione per tutta la stagione i giocatori che lo scorso anno erano infortunati: Garoppolo, George Kittle, Deebo Samuel, Raheem Mostert, Jalen Hurd, Nick Bosa e un'altra ventina di nomi che ora non mi vengono in mente.

3) I Buffalo Bills sono passati da eterni "underdog" (e storici perdenti del Super Bowl) a grande promessa della AFC East. Josh Allen migliorerà ancora (e farà vincere ai Bills partite che a rigor di logica dovrebbero perdere) oppure le sue prestazioni caleranno, anche per via dei possibili infortuni dovuti al suo stile di gioco, col rischio di lasciare la squadra nelle capaci mani di Mitch Trubisky?

4) La NFC East era tradizionalmente una conference che offriva squadre competitive, scontri interessanti e una tradizione di accesa rivalità tra i Cowboys, gli Eagles, i Giants e la squadra di Washington (ex Redskins): 21 vittorie nella NFC e 13 Super Bowl conquistati. Ma da alcuni anni si tratta di una conference meno competitiva o interessante di altre: il WFT e' da decenni alla ricerca di un franchise QB, i Cowboys sembravano averlo trovato in Dak Prescott che si è poi infortunato. Gli Eagles hanno vinto i loro unico Super Bowl nel 2017 quando il loro costoso e predestinato QB, Carson Wentz, si è infortunato ed ha lasciato il posto a Nick Foles e la squadra ha problemi nel difendere i passaggi. I Giants vedranno questo campionato come l’ultima possibilità per Daniel Jones di rimanere titolare, ma la linea offensiva che l'ha protetto poco nel 2020 continua a rimanere porosa. I Cowboys hanno off-ball linebackers (LB leggeri e adatti anche a coprire i tight end in occasione di passaggi) ma mancano di giocatori capaci di penetrare la linea offensiva per raggiungere il QB. Riuscirà questa storica 'conference' a mandare una squadra al Super Bowl?

5) Diamo i numeri! La NFL ha rivoluzionato i numeri a disposizione dei giocatori a seconda del ruolo. La nuova numerazione:

- Running backs, tight ends e wide receivers con numeri nell'intervallo 1-49 e 80-89;
- Defensive backs: 1-49;
- Linebackers: 1-59 e 90-99;
- LInea offensiva: 50-79 (nessun cambiamento);
- Linea difensiva: 50-79 e 90–99 (nessun cambiamento);
- Quarterbacks, punters e kickers: 1–19 (nessun cambiamento).

6) Hanno appeso le scarpette al chiodo:




Argomenti: notizie in pillole
Data: 07/09/2021 alle 01:46
©2021 Terzo e lungo. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.
Claudio

L'autore: Claudio

Vivo in Inghilterra, scrivo codice, faccio foto, cammino in montagna e in collina.


Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato

Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Questa domanda à per verificare che tu sia umano.