Momenti imbarazzanti per la NFL #1: Chiefs-Browns, la testata di Sorensen a Higgins

Penalità ed espulsione per il difensore di Kansas City? No, non e' successo niente.

Di Claudio, 15/02/2021
Momenti imbarazzanti per la NFL #1: Chiefs-Browns, la testata di Sorensen a HigginsOgni anno, in ogni campionato sportivo ci sono azioni dei giocatori e decisioni arbitrali che fanno imbestialire gli spettatori e che dovrebbero mettere in imbarazzo chi gestisce il campionato. Continuare a rimuginare da soli su questi momenti non ideali di sport non fa bene alla salute, quindi abbiamo pensato di iniziare una collana di articoli dedicati ai momenti imbarazzanti della NFL, in modo da poter discutere con altri appassionati di football americano alcune bischerate viste di recente sui campi della National Football League.

Un inciso: a fondo pagina troverete un modulo per i commenti. Il football americano e' uno sport che molti conoscono poco, in Italia, mentre pochi lo conoscono bene. Non sentitevi obbligati al silenzio se c’è qualcosa che non avete capito, su questo sito siete i benvenuti a prescindere dalla competenza sportiva: conta la passione.


Iniziamo, allora. Quest'anno c’è stato un momento in particolare che ho trovato irritante, e se fossi stato Rashard Higgins l'avrei trovato imbarazzante, fisicamente doloroso e fonte di rimorso. Penso alla partita dei playoff tra i Cleveland Browns e i Kansas City Chiefs, ovviamente: i Browns sono tornati ai playoff dopo 18 anni di astinenza, hanno un quarterback - Baker Mayfield - che ha ridato entusiasmo ad una franchigia che, prima di selezionarlo nel 2018 era stata la peggiore della NFL per due anni consecutivi (e aveva comunque navigato nella mediocrità negli anni precedenti). I Browns hanno anche una buona squadra, buoni ricevitori, e un promettente allenatore, Kevin Stefanski.

Poco prima della meta' tempo, i Browns erano in svantaggio 3-16. Mayfield ha i piedi sulla linea delle 35 yards, guarda a sinistra, poi lancia la palla a destra per Rashard Higgins, #82, che si gira e riceve sulla linea delle 5 yards, si muove verso la linea del touch down e allunga le braccia per portare la palla oltre la linea e segnare. Arriva il #49, la safety Daniel Sorensen, colpisce Higgins, e il potenziale touchdown diventa un fumble. Un fumble nella end zone, il che significa che la palla passa automaticamente alla difesa dei Chiefs, e si riparte dalla linea delle 20 yards (o 25: ero in stato di catalessi fumante, dopo quest'azione, e non ricordo cosa sia successo nei minuti successivi).

Gli allenatori dei Browns chiedono specificamente ai loro giocatori di NON estendere le braccia per segnare, perché si rischia di perdere la palla. Rashard Higgins l'ha fatto e l'ha persa, il che inciderà nelle sua contrattazioni future con la dirigenza della squadra di Cleveland. Fin qui, l'imbarazzo e' suo, e si sentirà anche in colpa per essersi giocato un touchdown. Ma l'irritazione (mia e del "popolo della rete", a giudicare da quel che ho letto su Twitter) deriva dall'azione di Sorensen: era una chiara, vietatissima e potenzialmente nociva testata contro la testa di Higgins, e gli arbitri non hanno punito quest'azione. Ecco il video:



Cosa dicono le regole della NFL? Ecco la regola sui contatti casco-casco (e non solo):

USE OF THE HELMET –RULE 12, SECTION 2, ARTICLE 8



The Rule: As approved by NFL clubs in March, it is a foul if a player lowers his head to initiate and make contact with his helmet against an opponent. Contact does not have to be to an opponent’s head or neck area - lowering the head and initiating contact to an opponent’s torso, hips, and lower body,is also a foul. Violations of the rule will be easier to see and officiate when they occur in open space –as opposed to close line play –but this rule applies anywhere on the field at any time.

Penalties for Violation: Loss of 15 yards. If the foul is by the defense, it is also an automatic first down. The player may also be ejected. Ejection standards:
1.Player lowers his helmet to establish a linear body posture prior to initiating and making contact with the helmet
2.Unobstructed path to his opponent
3.Contact clearly avoidable and player delivering the blow had other options

Sorensen ha abbassato il casco per puntare alla testa di Higgins. Niente e nessuno limitava la sua visuale, ha colpito Higgins come aveva deciso di colpirlo. Non ha fatto niente per evitare l'impatto, nonostante avesse delle alternative lecite (tipo "placcare"). Non ha minimamente provato a usare le braccia per spingerlo fuori dal campo prima della goal line, e se l'avesse fatto avrebbe raggiunto il ricevitore ancora prima che colpendolo col casco.

In breve, questa avrebbe dovuto essere una penalità a favore dei Browns, che avrebbe annullato il fumble di Higgins e avrebbe dato la palla a Mayfield sulla linea del touchdown per un primo down, e Daniel Sorensen avrebbe dovuto essere espulso (e probabilmente avrebbe dovuto ricevere una multa pecuniaria dalla NFL). Invece non e' successo niente, i Chiefs hanno ottenuto la palla dopo il fumble di Higgins, che magari avrà pure avuto dei giramenti di testa a causa dell'impatto con la safety dei Chiefs.

La testata di Sorensen vista da un'altra inquadratura:


E per oggi basta, col mal di fegato. Se volete segnalarci altre azioni oltraggiose o decisioni arbitrali ridicole, lasciate un commento!


Data: 15/02/2021 alle 19:31
©2021 Terzo e lungo. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.
Claudio

L'autore: Claudio

Vivo in Inghilterra, scrivo codice, faccio foto, cammino in montagna e in collina.


Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato

Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Questa domanda à per verificare che tu sia umano.